Quando la mediazione non va…

Ci possono essere mille motivi per cui una coppia, in fase di separazione, non riesce a sostenere il percorso di mediazione familiare. Ne elenco alcuni:

  • dopo i primi colloqui individuali il mediatore comprende che ci sono delle cause che portano a non poter procedere alla mediazione familiare.
  • Non è lo strumento adatto per questa famiglia;
  • uno dei due genitori non ne vuole sapere rispetto alla mediazione familiare.
  • uno dei due genitori non è pronto.

In questi casi, il professionista mediatore può procedere con la coppia genitoriale attraverso altri due strumenti propri della mediazione.

  1. Colloqui singoli di mediazione familiare. Sono finalizzati a sostenere ed accompagnare per un tempo più limitato (circa 3/4 colloqui) il genitore che si sentirebbe pronto alla mediazione familiare ma non trova appoggio dall’altra parte. Si lavora sugli stessi argomenti, seppur in assenza dell’altro genitore, cercando di trovare strategie comunicative e comportamentali che possano essere di beneficio sia per i bambini, che per andare ad attutire il conflitto acceso con l’altro genitore.
  2. Partecipazione a gruppi per genitori separati: organizzati quando si raggiunge un numero minimo di adesione e di partecipanti, il gruppo, solitamente misto, ha la finalità di mettere al centro dell’attenzione le tematiche organizzative che si portano anche nella stanza di mediazione per un confronto aperto con altri genitori. Si da il via al gruppo laddove vi sia un’adesione di circa 6/7 genitori, con una cadenza quindicinale e con una durata di 7/8 incontri.

Le possibilità offerte, alternative alla mediazione possono essere uno strumento per avere uno spazio di parola e di riflessione sul tema della separazione e il divorzio in particolare riguardo alla nuova organizzazione familiare che inevitabilmente richiede un dispendio di energie, di flessibilità e di fantasia da mettere in campo.

Informazioni su Laura Manzoni

Consulente socio- familiare Mediatore Familiare Coordinatore Genitoriale Assistente Sociale Privato
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *