Consulenza Sociale

L’assistente sociale privato si rivolge a tutte quelle persone che:

  • non vogliono per vari motivi rivolgersi ai servizi pubblici
  • a seguito di un accesso ai servizi pubblici non si sono trovati bene
  • non possono rivolgersi ai servizi pubblici del proprio comune di residenza per motivi personale
  • cercano una risposta diversa ai loro bisogni

L’assistente sociale privato lavora con il singolo, con la coppia, con i genitori, con gli anziani, con i disabili. Lavora con cittadini italiani e stranieri nella massimo riservatezza rispondendo al contenuto deontologico del segreto professionale.

l’assistente sociale privato:

  • lavora sul PRESENTE delle persone attraverso la conoscenza del loro PASSATO per costruire un FUTURO che risponda alle aspettative del cliente
  • valuta la domanda del cliente per comprendere se si sta rivolgendo al professionista giusto.
  • raccoglie informazioni sul cliente, sulla sua storia, sul contesto di vita, sulla sue relazioni, al fine di accompagnarlo verso una visione giusta del proprio futuro.
  • aiuta ed accompagna i cliente a trovare risorse personali, risorse ambientali e laddove necessario lo accompagna nell’accesso ai servizi territoriali per ottenere i benefici di cui ha diritto o bisogno.
  • laddove necessario collabora con altri professionisti per costruire una rete solida che lavora tutta nella medesima direzione per sostenere il cliente nella propria domanda e per il raggiungimento dei propri obiettivi.

Il lavoro privato con l’assistente sociale si basa sulla centralità della persona e delle sue SCELTE. L’assistente sociale non sceglierà per il cliente, ma proporrà delle possibilità che il cliente valutare come, quando e se accoglierle.

Commenti chiusi